Ventimetriquadri
Workshop con Antonio Riello

Una serie di disegni su carta unici, opera degli autori delle Botteghe d'Arte si trasformano in venti metriquadri di parete.

Ventimetriquadri è un kit di carta da parati composto da disegni, parole, idee impacchettato ed accuratamente imballato che si concretizza nell'atto stesso in cui la parete viene realizzata.
Un progetto artistico invasivo rispetto all'ambiente domestico che interagisce con la casa e stimola allo stesso tempo la creatività di chi lo compra.
Il progetto è stato presentato in occasione di MiArt 2003 presso lo stand del MAPP come una stanza completamente rivestita, esempio di realizzazione della stessa idea artistica.

L'artista Antonio Riello: Nasce a Marostica nel 1958. Con le sue opere riesce sempre a trasformre ciò che non è familiare in qualcosa di familiare, spezzare le certezze delle abitudini quotidiane, trasformare oggetti banali in icone. Riello da 30 anni lavora con le sue inconfondibili astuzie per chiarire che l'ironia è il giusto (e molto serio) approccio all'Arte Contemporanea. La sua ironia sa giocare con ciò che viene dato per scontato, sottolineando punti di vista alternativi e nuove prospettive. Le sue Ladies Weapons (vere armi militari decorate come eleganti accessori per donne sofisticate), Tarokki (una serie di curiosi falsi articoli di lusso), Italiani Brava Gente (un videogioco d'arte sull'atteggiamento xenofobo italiano nei confronti degli albanesi, realizzato nel 1997), Ashes to Ashes (urne di vetro che contengono i cimeli della sua biblioteca personale) rispecchiano tutte il rapporto dell'artista con la civiltà occidentale e i suoi paradossi. Riello ha anche un preciso senso dello scherzo e un particolare gusto per le deviazioni, in qualche modo una sorta di "umorismo" britannico forse originato dal lungo tempo che è abituato a trascorrere a Londra. Tuttavia Riello presta sempre molta attenzione all'impatto visivo di ciò che realizza. I suoi Ex-Voto, aerei militari e razzi dipinti e decorati come i soffitti delle chiese venete, mutuano dagli affreschi della famiglia Tiepolo l'atmosfera tipica dei cieli veneziani.