Oltre
Workshop con Riccardo Gusmaroli

Gli Autori delle Botteghe hanno trovato soluzioni originali per rappresentare un concetto che andasse oltre lo spunto oggettuale, attribuendo nuovi significati ai materiali e ridefinendo i loro limiti.

Dopo la fortunata esperienza del 2008 con Chiuso x ferie mentali, una mostra sul tema del viaggio, Riccardo Gusmaroli rinnova la sua collaborazione con il MAPP conducendo un nuovo workshop di 8 incontri al quale hanno partecipato 22 Autori delle Botteghe d'Arte.
Ispirati dalle recenti creazioni di Gusmaroli, i partecipanti al workshop hanno subito proposto il titolo Oltre come punto di partenza per lo sviluppo del progetto; insieme all'artista hanno scelto piccole tele da 20x20 cm come supporto ed elemento unificatore delle diverse creazioni, frutto del confronto e del dialogo tra l'artista e gli autori stessi.
Oggetti concreti sono diventati il mezzo per andare oltre, per formulare concetti e idee che esprimono altri modi di considerare la realtà. Spingendosi oltre si sono attribuiti nuovi significati ai materiali, si sono ridefiniti meglio i limiti. Nessuna opera è autoreferenziale: gli Autori hanno trovato soluzioni originali per rappresentare un concetto che andasse oltre lo spunto oggettuale.
"Spingersi oltre aiuta a ridefinire i limiti del sé".

Gli Autori delle Botteghe d'Arte: Nicola Baccalini, Francesca Bana, Arianna Brun, Gianfranco Caleffi, Roberto Canella, Vanessa Covini, Marzia Davoli, Daniela De Filippis, Elena Desana, Maria Fantoni, Francesco Fregapane, Silvano Galvagno, Gianfranco Garofalo, Roberta Gelsomino, David Klippel, Tamara Monti, Umberto Nannelli, Clemente Randone, Enrica Ricci Ravizza, Elisabetta Renolfi, Franco Scacchi, Liliana Zana.

L'artista Riccardo Gusmaroli: nasce a Verona nel 1963. Vive e lavora a Milano. La sua attività di fotografo d'architettura influenza la sua produzione artistica, dal 1990 periodo in cui comincia la collaborazione con la galleria Toselli di Milano. La libertà con cui spazia nella scelta dei materiali e delle superfici che utilizza è sorprendente, ma non casuale: i francobolli, le cartine di "tutto città", le carte geografiche e i vortici di barche bianco su bianco che ripropongono viaggi immaginari con rotte impossibili, sono il risultato di associazioni, sensazioni e collegamenti che scaturiscono dai materiali stessi. Il ritmo e il tratto, comune a tutti i suoi lavori, contribuiscono a ridisegnare e a ridefinire un nuovo mondo dove l'arte torna ad essere veicolo di comunicazione.

Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap
Card image cap